Home » Tradimenti Coniugali » Recent Articles:

Tradire dopo essere stati traditi

Penelope, una donna di 46 anni, dopo più di vent’anni di matrimonio ha scoperto con delle semplici microspie di essere stata tradita dal marito diverse volte. A quanto pare lo sapevano tutti, eccetto lei. Immaginabile lo shock, con un mondo intorno a se che si sgretola ritrovandosi sola alcuna certezza.
Penelope non ha voluto dirlo al marito Non ho detto nulla a mio marito, perché ha pensato che non sarebbe servito a nulla perché certe cose non si riparano con scuse o promesse e neanche con le confessioni. Con la fiducia e l’amore uccisi, Penelope si è sentita moralmente libera.

Con l’acquisita libertà per la donna è arrivata una nuova occasione: conobbe un uomo su internet con cui chattò per molto tempo senza mai chiamarsi al telefono, ebbe per diverso tempo contatti solo via mail. Condividevano gli stessi interessi ma abitavano in due città molto lontane tra loro, non avevano mai neppure messo in conto di potersi un giorno incontrare, ma è successo ed è stata una rivelazione. Durante il lungo periodo trascorso on line non si erano scambiati neppure una foto, nessuno dei due era interessato a qualcosa di puramente fisico, così si sono incontrati a “scatola chiusa”. Dopo cena e chiacchiere si salutarono con “Forse ci rivedremo…”, ma sentivano che la scintilla era scoccata e dopo altri mesi trascorsi a chattare, finalmente si rividero, innamorati più che mai, e tutto l’amore tradito, represso e frustrato lo consumarono in poche ore, senza rimorsi e senza pentimenti.

Ormai Penelope vive questa situazione da due anni, cercando di creare, giorno dopo giorno, un progetto che gli consenta di poter vivere insieme senza dover essere 2 amanti clandestini.

 

Penelope, una donna di 46 anni, dopo più di vent’anni di matrimonio ha scoperto con una semplice microspia di essere stata tradita dal marito diverse volte. A quanto pare lo sapevano tutti, eccetto lei. Immaginabile lo shock, con un mondo intorno a se che si sgretola ritrovandosi sola alcuna certezza.

Penelope non ha voluto dirlo al marito Non ho detto nulla a mio marito, perché ha pensato che non sarebbe servito a nulla perché certe cose non si riparano con scuse o promesse e neanche con le confessioni. Con la fiducia e l’amore uccisi, Penelope si è sentita moralmente libera.

Con l’acquisita libertà per la donna è arrivata una nuova occasione: conobbe un uomo su internet con cui chattò per molto tempo senza mai chiamarsi al telefono, ebbe per diverso tempo contatti solo via mail. Condividevano gli stessi interessi ma abitavano in due città molto lontane tra loro, non avevano mai neppure messo in conto di potersi un giorno incontrare, ma è successo ed è stata una rivelazione. Durante il lungo periodo trascorso on line non si erano scambiati neppure una foto, nessuno dei due era interessato a qualcosa di puramente fisico, così si sono incontrati a “scatola chiusa”. Dopo cena e chiacchiere si salutarono con “Forse ci rivedremo…”, ma sentivano che la scintilla era scoccata e dopo altri mesi trascorsi a chattare, finalmente si rividero, innamorati più che mai, e tutto l’amore tradito, represso e frustrato lo consumarono in poche ore, senza rimorsi e senza pentimenti.

Ormai Penelope vive questa situazione da due anni, cercando di creare, giorno dopo giorno, un progetto che gli consenta di poter vivere insieme senza dover essere 2 amanti clandestini.

Azioni legali dopo il tradimento

azione legale tradimento

Un numero sempre crescente di persone scopre attraverso il supporto di microspie o cellulari spia, di essere traditi e la cosa più incredibile è che magari il proprio coniuge tradisca da anni senza che abbia mai lasciato trapelare nulla.

Le conseguenze emotive quando si scopre che il proprio coniuge ha tradito sono ben chiare a tutti, ma una parte non ancora ben chiara è l’azione legale. Le persone tradite, il più delle volte sono prese dal panico ed hanno bisogno di molto tempo per ristabilizzarsi, tempo che il più delle volte viene usato dal coniuge che ha tradito di iniziare la propria azione legale.

Per proteggere se stessi e soprattutto i propri figli bisogna procedere con step giusti affinchè questi non paghino le conseguenze di una dura battaglia per la custodia. Bisogna rivolgersi ad un avvocato che in primo luogo vi consiglierà di non dire nulla al proprio coniuge finchè le cose non si siano sistemate legalmente.

Un avvocato può essere la soluzione ideale che può consigliarvi al meglio come mantenere il controllo sulla casa, sugli affari in comune, sulle proprietà, sulle automobili e sugli altri beni personali. Anche se può sembrare ingiusto che il marito o la moglie che ha tradito possa ottenere la casa, molte volte succede.

Un avvocato divorzista che gode di una reputazione può fare in modo che le cose vadano per il verso giusto e anche se chi ha subito il tradimento è sotto shock e non desidera altro che cambiare vita, l’avvocato può ugualmente fornire tutto il supporto legale di cui si necessita e proteggere i beni finchè la situazione non è completamente chiara.

Quindi una volta scoperto di essere stati traditi non bisogna aver paura di chiedere aiuto alla legge e se durante la discussione riguardo al tradimento l’altro coniuge diventa violento, bisogna chiamare il 112 o il 113 e andare via.

Come scoprire se si è traditi

tradimento microspie

Avevate appena iniziato una relazione con la ragazza più bella del mondo e per i primissimi tempi la storia sembrava andare per il verso giusto. Ultimamente però il suo comportamento è cambiato e lei, per qualche strana ragione, ha perso interesse nel sesso, è diventata più chiusa e misteriosa e nonostante le vostre domande continua a convincervi che è tutt’ok.

Una situazione molto frequente in Italia e non solo, e non è nostra intenzione procurare un allarme ma se tradiscono coppie sposate… E’ importante che scopriate se la vostra ragazza o il vostro ragazzo vi tradisce prima di compiere il grande passo del matrimonio e per quanto un’inaspettata scoperta possa provocare in voi dolore e rabbia, certamente sarà meno peggio di arrivare ad avere danni psicologici ed economici a cui una separazione coniugale può condurre.

Uno dei metodi migliori per scoprire se la vostra fidanzata vi tradisce è quello di sorvegliarla facendo però molta attenzione a non farvi scoprire. Fate attenzione a nuove amicizie, cambiamenti di orari di lavoro, nuovi interessi come la palestra, chiamate che vengono interrotte nel momento in cui voi vi avvicinate a lei/lui, sono tutti segnali che potrebbero essere campanello d’allarme per qualcosa che non va.

Oggi esistono in commercio tantissimi prodotti professionali che utilizzano gli investigatori privati, ma che alcune aziende hanno voluto rendere disponibili anche per privati, venduti con discrezionalità e nel totale rispetto della privacy. Uno dei migliori prodotti che è possibile utilizzare per rivelare un tradimento è certamente un cellulare spia, che, regalato alla persona può riuscire a trasmettervi tutte le chiamate, gli sms e molte altre informazioni importanti.

Un’alternativa senza dubbio interessante ad un cellulare spia, è l’installazione di microspie a livello ambientale, dispositivi intelligenti che da distanza illimitata riescono a trasmettere informazioni senza che nessuno potrà avere il minimo sospetto.

Superare un tradimento

L’infedeltà è dolorosa e sfortunatamente più del 50% delle coppie sposate si ritrova prima o poi a doverne fare i conti, ma la differenza dell’uomo dalla donna è senza dubbio che quest’ultima dopo aver subito un tradimento si senta abusata, il che la porta ad essere più insicura ed a sentirsi di non valere nulla, mentre per l’uomo c’è una sensazione di ego più “sgofio” che pian piano li trascina nel sentirsi confusi e isolati.

Se scoprite che vostro marito o vostra moglie vi sta tradendo magari mediante l’utilizzo di cellulari spia o microspie, ci sono vai modi per superare la cosa ma di certo non sarà il divorzio ad aiutarvi. Benchè divorziare sia la soluzione più immediata, ha bisogno di tempo per essere assorbita per cui la soluzione migliore e circondarvi di persone fidare, amici o parenti che possano aiutarvi a superare la situazione senza lasciarvi cadere nel baratro.

Inoltre bisogna rivolgersi a consulenti matrimoniali  specializzati ed avere molto tempo per riflettere su sé stessi. Nessuno è più importante di se stesso e darsi la colpa per l’accaduto non è la situazione ideale per questo bisogna regalarsi un viaggio, trascorrere giornate in centri benessere, assistere ad una partita di calcio, tutte situazioni che possono distrarvi dal pensare e che soprattutto vi facciano sentir bene.

Soprattutto quando ci sono bambini, una separazione è la strada peggiore da intraprendere per questo è importante intraprendere una comunicazione con il vostro coniuge. Di certo sarà una comunicazione fredda e sulle difensive, per questo comunicare con un professionista che possa seguirvi può aiutarvi a comprendere le ragioni per cui si è concretizzato il tradimento, ma soprattutto la strada da intraprendere per il futuro.

Qualora decidiate di divorziare è ovviamente necessario assumere un avvocato ma sicuramente la rabbia vi perseguiterà per molto tempo, il che è certamente poco salutare e controproducente. In qualche modo dovrete accettare che il matrimonio è finito ed evitare che il tradimento abbia il controllo sul vostro futuro e sulla vostra felicità perché potrete rifarvi una vita.

Spiare il partner via GPS? Negli USA è legale

La diffusione sempre più capillare dei dispositivi di localizzazione GPS li ha resi molto diffusi anche nel settore dello spionaggio e delle investigazioni personali. Infatti, mentre fino a pochi anni fa l’utilizzo di sistemi di localizzazione satellitare era appannaggio quasi esclusivo di enti governativi e militari, l’abbattimento dei costi legato all’accessibilità di questa tecnologia li ha resi molto diffusi anche per uso privato o investigativo.

Tale diffuzione, che può essere vista come invasiva della nostra privacy, è in moltissimi casi perfettamente legale. Di pochi giorni fa è la notizia che un tribunale del New Jersey ha infatti rigettato la causa intentata da un marito nei confronti della moglie, che nel 2007 lo aveva fatto spiare da un investigatore privato.

Il detective aveva piazzato un piccolissimo localizzatore GPS nel cruscotto dell’automobile del signor Kenneth Villanova, il quale per più di un mese non si rese minimamente conto che i suoi movimenti venivano seguiti passo per passo e debitamente registrati, e che sua moglie ne era informata.

Una volta scoperto il localizzatore, Kenneth denonciò la moglie e l’investigatore. Purtroppo per lui, il tribunale ha appena decretato che l’operazione di sorveglianza nei suoi confronti non viola alcuna legge, in quanto il dispositivo GPS veniva usato per ricostruirne i movimenti in luoghi pubblici, cosa che non viene considerata illegale.
Infatti, non ci sono prove che, nei 40 giorni intercorsi prima che Kenneth rintracciasse il localizzatore, lo stesso abbia rilevato uno spostamento della persona sotto osservazione in un luogo privato, né tantomeno che eventuali informazioni in tal senso fossero state passate alla moglie.

Il caso è destinato a fare giurisprudenza negli USA, ed è stato accolto in maniera estremamente favorevole da parte degli investigatori privati, che vedono riconosciuta la possibilità di pedinare l’oggetto delle loro ricerche, a patto che tale pedinamento via GPS non interferisca con il diritto alla privacy.

Dall’altra parte della barricata, i difensori del diritto alla privacy controbattono che anche se il dispositivo è stato usato per seguire Kenneth in luoghi pubblici, il cittadino ha comunque il diritto di scegliere di non dover comunicare a terze persone la propria posizione in qualsiasi momento, anche se si trova in un luogo visibile.

Il dibattito infuria, tra chi sostiene che ci sono casi, come ad esempio la salvaguardia dei minori, in cui il diritto alla privacy possa venir meno, e chi invece è convinto che essa sia un valore assoluto in ogni momento.

Piccoli segnali di tradimento

Molto spesso, la scoperta di un tradimento da parte del proprio coniuge arriva del tutto inattesa, un vero fulmine a cielo (apparentemente) sereno, che sconvolge la vita della vittima, ma anche quella di chi tradisce.
Eppure, tenendo gli occhi aperti, non è poi così difficile individuare degli indizi apparentemente insignificanti ma che, se messi nel giusto contesto, potrebbero rivelare l’esistenza di una tresca.

La scoperta di questi segnali potrebbe aiutarvi a salvare il vostro matrimonio o rapporto di coppia prima che sia troppo tardi, affrontando l’argomento con il coniuge. Alcuni sono sottili, mentre altri sono un segno evidente che qualcosa sta accadendo.

Se siete un uomo, vostra moglie potrebbe tradirvi, ad esempio, se:

– Trovate pillole anticoncezionali nella sua borsa, e voi non potete avere figli
– Ha un nuovo indirizzo email di cui non conoscevate l’esistenza
– Esce “a fare la spesa” per tornare svariate ore dopo
– Acquista spesso nuova biancheria intima
– Ha un nuovo numero di cellulare, o una bolletta separata a carico dell’ufficio
– La tavoletta della toilette è alzata, ma l’avevate lasciata abbassata uscendo di casa
– Spende molto più del solito per acquistare nuovi vestiti
– Diventa improvvisamente taciturna, parla di meno e non vi chiede più consigli
– A volte dimentica di indossare la fede di matrimonio.

Invece, se siete una donna, vostro marito potrebbe avere una storia segreta, se:

– Trovate dei preservativi, ma voi usate pillole anticoncezionali
– Rifiuta di tenere nella sua auto il seggiolino per bambini e i giocattoli dei vostri figli
– Trovate dei capelli sul sedile della sua auto, di un colore diverso dal vostro
– Scoprite degli strani ed inspiegabili segni sul suo collo o sulla schiena
– Improvvisamente ha una maggiore fantasia a letto
– Fa molte ore di straordinario, ma stranamente lo stipendio è sempre uguale
– Non ha fame a cena, molto probabilmente perché ha già mangiato
– I suoi vestiti hanno un profumo diverso
– Trovate macchie di rossetto sulla camicia o sul fazzoletto usato

Esistono poi dei segnali che sono applicabili sia agli uomini che alle donne, e potrebbero essere degli indizi rivelatori di qualcosa di nuovo e segreto nella vita del vostro partner. Ad esempio:

– L’improvviso interesse per la musica, il cinema, l’arte
– Il visibile disagio dei colleghi o amici in vostra presenza
– L’improvvisa ed inusuale attenzione maniacale per il proprio aspetto fisico
– L’uso intensivo del computer mentre voi siete assente o a letto
– Il calo del saldo del proprio conto in banca
– L’acquisto di biancheria intima nuova o non regalata da voi
– Il vostro partner sembra più sensibile ed irritabile in presenza vostra e dei familiari
– Il telefono squilla, ma appena rispondete, il chiamante interrompe la telefonata
– Quando il vostro coniuge parla al telefono, lo fa sottovoce o chiude rapidamente
– Presta una maggiore attenzione alla privacy del proprio telefono cellulare o della posta elettronica
– Cerca una scusa per litigare ed uscire di casa

Se notate che vostra moglie o vostro marito si comporta in maniera diversa dal solito, e rilevate uno o più di questi segnali, potrebbe veramente esserci qualcosa che non va ed è tempo di passare all’azione. Un modo sicuro per assicurarsi che tutto sia a posto, senza dare nell’occhio o destare inutili sospetti nel coniuge, è ad esempio quello di installare un software spia sul suo cellulare.

Grazie a questo programma, completamente invisibile, potete ascoltarne in diretta le telefonate entranti o in uscita, ricevere una copia di ogni messaggio SMS inviato o ricevuto, o anche registrare le telefonate per usarle come prova; se il telefono è dotato di sensore GPS, potete anche riceverne le coordinate geografiche n tempo reale, e localizzare il vostro coniuge in qualsiasi momento, il tutto senza che lo stesso se ne accorga.

Vale la pena assumere un investigatore privato?

Se il vostro partner ha cominciato ad avere sbalzi d’umore, cambiamenti repentini in ambito alimentare, comportamenti insoliti sul lavoro e via discorrendo, è altamente probabile che sia coinvolto in una relazione extra-coniugale oppure è in procinto di farlo. I segnali appena elencati sono, infatti, valide spie di allarme di un possibile tradimento in atto. Ma non disperate, perché fate parte di una nutrita schiera di individui infelici dislocati ovunque nel mondo. Quindi che fare? Se vi trovate nel medesimo vortice di sospetto e tradimento non vi resta che un’unica cosa da fare: giungere alla verità. Questo è possibile farlo assumendo, ad esempio, un investigatore privato.

Ma ne vale effettivamente la pena? Noi crediamo di sì, tenendo ben presente che i vostri sospetti potrebbero anche essere infondati. In ogni caso bisognerebbe rivolgersi a un professionista che abbia alle spalle anni di esperienza e formazione sul campo, oltre a possedere una delle qualità essenziali di un investigatore privato: la discrezione. È certamente possibile, anzi è consigliabile, chiedere delle referenze, tuttavia deve sempre trattarsi di un professionista capace di reperire informazioni utili a far valere un diritto in sede giudiziale, senza esporsi più di tanto.

Un’altra ragione valida per affidarsi nelle mani di un investigatore privato è quella in cui c’è di mezzo un minore. Dimostrare in tribunale l’infedeltà del vostro coniuge garantisce a tutti gli effetti l’affidamento del bambino, aumentando di fatto la possibilità che vi venga affidata la sua custodia se a tradire sia stata lei. Inoltre un bravo investigatore sa utilizzare le misure necessarie per farvi ottenere informazioni in maniera rapida ed efficiente, senza farvi spendere una fortuna. Sarete comunque in buone mani e vivrete l’ansia da tradimento con meno stress e più tranquillità.

E se non intendeste ricorrere ai servizi di un investigatore privato? Be’ in questi casi non avete molte possibilità: o vi arrangiate da soli, cercando di svelare la presunta infedeltà con i vostri stessi occhi, oppure vi affidate all’utilizzo di un cellulare spia, o spyphone, che permette di avviare l’intercettazione ambientale, l’ascolto delle telefonate, l’inoltro della posizione GPS, la lettura degli SMS o delle chat su Internet ecc. In quest’ultimo caso, però, fate attenzione perché l’uso di un cellulare spia è vietato dalla legge e può essere usato solo in situazioni particolari o nella sorveglianza di beni ed effetti personali.

Quando lui tradisce lei

Circa l’85% delle donne crede di essere tradita dal proprio partner ed il 50% di queste ha pienamente ragione. Il futuro di una relazione matrimoniale dipende spesso dal riconoscere gli indizi e se la relazione sarà confermata, allora la coppia sarà orientata a prendere una decisione importante per il proprio futuro come quella del matrimonio.

Ci sono circa 800 segnali differenti che portano a capire se un marito tradisce, alcuni dei quali sicuramente vi lasceranno senza fiato.

Tutti i segnali non basterebbe un sito per poterli spiegare e raccontare, pertanto forniremo le svariate categorie in cui sono racchiusi questi segnali, insieme ad anche alcune poche cose specifiche che potrete controllare se sospettate che vostro marito vi tradisca.

 

  • Apparenza fisica
  • Comportamento con la moglie
  • Abitudini lavorative
  • Comportamento quotidiano
  • Finanze
  • Viaggi
  • Cambiamenti del comportamento/Personalità
  • Assenze
  • Indizi telefonici
  • Indizi sulla macchina
  • Sesso
  • Abitudini nel mangiare
  • Sapore e odore
  • Invasione di casa
  • Regali
  • Utilizzo del computer/cellulare/agenda
  • Evidenze fisiche
  • Scoperte o errori

Di tutte queste categorie verranno trattate solo le prime 3, e verranno forniti alcuni metodi su come scoprire un marito che tradisce. Conoscere i segnali vi aiuterà certamente a costruire il vostro caso per poter poi affrontare con lui la verità:

Apparenza Fisica: Se il vostro coniuge ha improvvisamente iniziato a curare maggiormente il suo aspetto fisico senza alcuna reale regione di vostra conoscenza, allora cominciate a preoccuparvi. Un nuovo taglio di capelli, cominciare a frequentare una palestra, vestirsi meglio o diversamente dal solito e soprattutto curare molto più l’igiene personale, possono essere indizi di un tradimento.

Comportamento con la moglie: Quando un marito tradisce, comincia a comportarsi diversamente con la moglie mostrando disinteresse verso la conversazione, non volendo più uscire fuori a cena per ricordare gli anniversari e così via. Questi però non sono da intendersi dei veri segni di una relazione extraconiugale, bensì indicatori che, aggiunti ad altri segnali, possono far capire cosa sta succedendo.

Abitudini lavorative: Un marito che tradisce cerca di trovare sempre scuse nuove per restare fuori casa tirando in ballo il lavoro. Frequenterà più spesso il luogo di lavoro, aumenteranno i meeting aziendali, dovrà affrontare più viaggi di lavoro o dirà di dover restare più a lungo sul luogo di lavoro per via della grande mole di lavoro da dover eseguire.

Ma la scusa più usata resta quella di dover restare con gli amici per una serata di poker. In questi casi, per scoprire se si è realmente traditi, basta regalare un cellulare spia, con il quale riuscirete sempre a sapere la verità o in alternativa contattare la Endoacustica che vi consiglierà la strategia migliore da adottare.

ADS

 CELLULARI SPIA O SPYPHONE
spyphone Uno spy phone, o cellulare spia, è un normale cellulare su cui viene installato un software spia capace di intercettare qualsiasi azione intrapresa sul cellulare stesso (chiamate, SMS, foto ecc.). Il software spia per spyphone è funzionante sulla maggior parte degli smartphone con sistema operativo Android, iOS e Blackberry.

 MICROREGISTRATORI
Nuovissimi microregistratori digitali con durata di registrazione fino a 1200 ore. Utilissimi per raccogliere prove o scoprire tradimenti di ogni tipo. I modelli ad attivazione vocale VAS permettono inoltre una maggiore autonomia di consumi. Affidabilità, efficacia e prezzo conveniente.
 MICROFONI DA MURO
Microfoni da muro per ascoltare attraverso pareti fino a 70 cm. Microfono ultrasensibile professionale, ad elevatissima sensibilità, dotato di microfono ceramico ad alta sensibilità, per rivelare anche i più piccoli rumori. Suono limpido e stabile. Prese per registratore, ed auricolare.
 CAMUFFATORI DI VOCE
Cambiavoce telefonico se interposto fra la cornetta e il telefono, cambierà letteralmente la vostra voce in un’altra. Trasforma qualsiasi voce in maschile o femminile, adulto o bambino. Il camuffatore di voce può essere adattato a telefoni cellulari, cordless, altoparlanti e microfoni, sistemi di registrazione, o collegato a centraline telefoniche. La voce riprodotta non è robotizzata ma umana.
 LOCALIZZATORE RF
localizzatore rf

Localizzatore di oggetti, studiato appositamente per coloro che hanno l’esigenza di tenere sotto controllo i loro animali domestici, ad un costo assai limitato, ma non solo puo' anche essere utilizzato per ritrovare oggetti preziosi, localizzare bici da corsa rubate e automobili parcheggiate.

 ALLARME ANTI-ANNEGAMENTO E ANTISMARRIMENTO
localizzatore rf

Allarme anti-annegamento e antismarrimento è un sistema di protezione che combina un allarme anti-annegamento ed uno anti-smarrimento, ed è particolarmente efficace come sistema elettronico di sicurezza per proteggere i vostri bambini o animali domestici.

ARTICOLI IN RILIEVO

Cyberstalking e sistemi tecnologici di prevenzione

15 Set 2016

cyber-stalking

Che la tecnologia abbia apportato alle nostre vite notevoli vantaggi è fuori discussione. Spesso però tendiamo a minimizzare i pericoli derivanti dall’utilizzo incauto degli strumenti tecnologici messi a nostra disposizione. Uno dei casi più emblematici in tal senso è quello che concerne lo stalking online, o cyberstalking, ovvero la molestia perpetrata a danno di individui che utilizzano la rete per comunicare tra loro. Anche qui la forma persecutoria assume le …

Stalking citofonico. Un modo tutto nuovo di importunare

10 Set 2015

stalking-woman

È successo qualche giorno fa a Centocelle, alle porte di Roma. Un tizio insiste pigiando più volte sui tasti del citofono, gridando a squarciagola di volere del denaro. Quando si rende conto che la sua richiesta rimarrà ancora una volta inascoltata, strappa via con forza il citofono dal muro aiutandosi con un taglierino. La proprietaria del condominio preso di mira da mesi dallo stalker lo riconosce immediatamente e lo denuncia …

Stalking all’interno dell’azienda, scattano le manette

22 Lug 2014

Per nove volte ha vuotato una bottiglia d’acqua sulla stampante della collega mandandola in tilt. La donna ha poi riferito anche di aver trovato delle croci segnate sulle fotografie dei figli. Per una serie di “dispetti” il cui movente è ancora poco chiaro, un uomo di 65 anni della provincia di Brindisi, dipendente della Provincia, è stato raggiunto da un’ordinanza cautelare con cui si dispone il divieto di avvicinamento alla …

Sei vittima dello stalking? Ecco cosa fare

16 Dic 2013

Il reato di stalking si configura quando qualcuno (spesso, un ex partner) compie una serie di atti (che possono essere minacce o molestie, ma anche atti apparentemente innocui, come l’invio continuo di indesiderati sms, fiori, o biglietti) tanto da compiere violenza psicologica nei confronti della vittima ingenerandole un comprensibile stato di ansia e paura oppure costringendola a cambiare abitudini personali (sostituire utenza telefonica, cambiare residenza, ecc.) o ancora ingenerandole un fondato timore per la propria …

Il team che rapisce le ragazzine adescandole su Facebook

31 Ott 2013

Una macchina organizzativa ben strutturata ha portato al rapimento di una tredicenne bresciana, portata fino a Lugano da un adulto conosciuto via Facebook e affetto da turbe sessuali. All’inquietante piano hanno preso parte più persone, un gruppo organizzatosi per agganciare giovanissime prede attraverso i social network. L’episodio ha avuto inizio a settembre quando la ragazzina, che frequenta la scuola media a Isorella, a sud di Brescia, ha allacciato un’amicizia attraverso …

358 telefonate e 500 sms in un mese: l’amante diventa stalker

16 Set 2013

Dodici anni da amanti, tra incontri segreti e bugie. Poi la fiamma dell’amore si è spenta, almeno per lei, che ha deciso di troncare la relazione. Un duro colpo per lui, che non si è rassegnato dinanzi alla decisione. Ma riconquistarla si è rivelato impossibile. Così è scattata la presa di posizione: «O con me o con nessuno». La delusione si è già trasformata in ossessione: in un mese 539 …

Allarme stalking all’interno dei condomini

30 Mag 2013

Liti condominiali per volumi troppo alti, pulizie, sacchetti di immondizia nel pianerottolo o gestione degli spazi comuni sono all’ordine del giorno in quasi tutti i condomini. Pare che negli ultimi tempi siamo numerosi i casi in cui la tensione tra vicini sfocia in veri e propri episodi di stalking. L’allarme è stato lanciato dall’associazione degli amministratori di immobili, che ovviamente consiglia alle vittime di rivolgersi in primo luogo all’amministratore di …

Due persone in pochi giorni sfigurate con l’acido dagli ex

3 Mag 2013

Le storie d’amore finite male possono divenire davvero pericolose e spesso sono fonte di atti di stalking e persecuzioni che sfociano in vere e proprie violenze. Ne sono esempio due tragedie avvenute di recente. La prima riguarda un’avvocatessa di 35 anni, Lucia Annibali, aggredita nei pressi della sua casa, a Pesaro, da un uomo con il volto coperto che le ha gettato sul viso dell’acido. La donna ha aperto il portone …