Torino: accetta un passaggio e rischia lo stupro

Torino: accetta un passaggio e rischia lo stupro

Accetta un passaggio da un automobilista e si ritrova a casa di uno sconosciuto tra urla e percosse, rischiando di essere violentata. E’ questo quanto accaduto qualche giorno fa a Torino ad una ragazza di origine spagnola.

I fatti: la giovane è salita a bordo dell’auto di un gentile ragazzo peruviano perché bisognosa di un passaggio. L’uomo l’ha condotta in casa propria e, una volta nell’appartamento, ha cominciato a gridare rendendo palesi le sue intenzioni. Le sue urla hanno destato l’attenzione dei residenti del quartiere Parella che, affacciandosi, hanno visto la ragazza uscire di corsa dal condominio, con le mani piene di sangue, inseguita dal peruviano.

Un testimone ha raccontato la paura della giovane inseguita dall’uomo che cercava di rassicurare i presenti dicendo che la vittima si era fatta male da sola, ma le cinque dita di una mano impresse sulla faccia della giovane donna non hanno lasciato dubbi. Il peruviano ha proseguito volendosi discolpare, dicendo che era passato da casa solo per prendere un documento. La ragazza, dal suo canto, ha dichiarato che l’uomo l’ha resa prigioniera e che, una volta entrata in casa, ha cominciato a spogliarla e a picchiarla impedendole di uscire. Lei ha cercato di difendersi prendendo un coltello con cui probabilmente è stata ferita nel tentativo di disarmarla. Al termine della vicenda, la spagnola è stata assistita subito dagli abitanti del quartiere e dal soccorso medico, mentre l’uomo è riuscito a fuggire.

Una storia che rivela diversi passaggi oscuri. Una cosa è certa, purtroppo non costituisce un episodio isolato. Per questo le donne dovrebbero cercare di auto tutelarsi o quanto meno auto difendersi. Endoacustica ha pensato ad una valida “soluzione di difesa”, si tratta dell’X-Spray, una schiuma che una volta spruzzata sul volto dell’aggressore, oltre ad impedirne temporaneamente la visuale, lascia macchie blu che restano per diversi giorni in modo da facilitarne il riconoscimento. Un accessorio da portare in borsetta per evitare spiacevoli eventi.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.