Social network: la triste ascesa del mobbing orizzontale

Social network: la triste ascesa del mobbing orizzontale

Oggigiorno si fa presto a parlare di mobbing. Tuttavia non tutti sanno che oltre alla sua espressione generica che ormai tutti conoscono ne esistono altre, aventi ciascuna un significato ben preciso (leggi qui). In questa sede parleremo esclusivamente della forma che va sotto il nome di mobbing orizzontale e della sua triste ascesa anche sui social network. Ricordiamo ai nostri lettori che col termine “mobbing orizzontale” si suole indicare tutti quei comportamenti oppressivi messi in atto sul posto di lavoro da individui di pari grado. Una situazione ben distinta dal mobbing verticale, che suggerisce invece l’insieme di atti vessatori perpetrati a danno del lavoratore da parte di figure preminenti e di grado più elevato, quali ad esempio un datore di lavoro o un superiore.

Ma torniamo al nocciolo della questione. Oggi, come dicevamo, non è infrequente assistere a episodi di mobbing orizzontale compiuti attraverso l’uso dei social network, Facebook in testa. Tali manovre hanno purtroppo portato alla luce una triste realtà, che si accompagna spesso ad altre fattispecie di reato quali il bullismo, la calunnia, la diffamazione ecc. Come se ciò non bastasse, ci si è messa anche una certa insufficienza di leggi e di normative giuridiche a complicare il tutto. Di conseguenza ognuno ha fatto quel che ha potuto per correre ai ripari: in alcuni casi si è trattato solo di cancellare il proprio profilo dal social di turno, in altre si sono invece rese necessarie misure più drastiche per ottemperare all’onere della prova (testimonianze giurate, listato delle comunicazioni via chat ecc.).

In casi di bullismo e cyber-bullismo, uno dei dispositivi più validi a disposizione di tutori e genitori apprensivi, si è dimostrato essere invece lo spyphone. Si tratta di un cellulare spia sul quale è stato preventivamente installato un software spia capace di assicurare un controllo totale sul telefono: ascolto di suoni ambientali e di telefonate, localizzazione GPS, lettura degli SMS e dei messaggi istantanei scambiati su Facebook, Viber, WhatsApp ecc. Si ricorda tuttavia che l’utilizzo di tali dispositivi è vietato dalla legge, per cui bisogna valutare attentamente, caso per caso, la migliore soluzione da adottare per non incorrere in illeciti.

Per acquistare il cellulare spia , o altri apparecchi professionali per lo spionaggio, ricevere più informazioni o richiedere assistenza tecnica, contattaci ai seguenti numeri:

telefono +39 080 3026530  | whatsappAssistenza Whatsapp  + 39 3457502269 | skype-contattoAssistenza Skype

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.