007 in ufficio contro l’infedeltà aziendale

007 in ufficio contro l’infedeltà aziendale

In Italia lo scorso anno sono state circa seimila le aziende che hanno fatto ricorso a strumenti di investigazione per far controllare i propri dipendenti, il 30% in più rispetto al 2010. E’ questo il dato che emerge da una ricerca riportata da Repubblica.

Gli strumenti utilizzati sono di ultima generazione e vanno dai localizzatori satellitari alle microspie audio e video. Per quanto le microspie siano considerate illegali e per quanto lo Statuto dei lavoratori vieti il controllo a distanza della prestazione da parte del datore di lavoro, esistono, in merito, due sentenze della Cassazione (la 829 del 1992 e la 7776 del 1996) che ammettono la legittimità del controllo in alcuni casi, come ad esempio l’assenteismo o l’infedeltà aziendale.

Gli strumenti sono di facile utilizzo e molto affidabili. Endoacustica è un’azienda che propone una vasta gamma di prodotti ed è in grado di rispondere ad ogni tipo di esigenza nell’ambito della sorveglianza e dello spionaggio.

In questo periodo di crisi, le aziende sono sempre attente alla produzione e non esitano ad utilizzare videocamere nascoste per migliorare le prestazioni dei dipendenti, scovando eventuali fannulloni.

Un po’ come è accaduto nelle zone del Chianti e Franciacorta, nel Bresciano dove, ad esempio, alcune aziende hanno sorpreso i propri dipendenti che si erano messi in malattia a lavorare con gli stagionali della vendemmia. Lo stesso è accaduto in Veneto o in Trentino durante la raccolta delle mele e lo stesso si verifica nel periodo pre-natalizio, quando numerosi negozianti hanno bisogno di manodopera straordinaria per gestire l’aumento di clientela.

Ma oggi le aziende non dovranno temere più nulla, a meno che i dipendenti stessi non si dotino di strumenti di controspionaggio.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.