Il tradimento avviene durante la pausa pranzo

Il tradimento avviene durante la pausa pranzo

Da sempre si cerca di individuare il momento in cui si è più propensi al tradimento. Se gli stereotipi televisivi ci hanno abituato a pensare al tradimento come un’attività prettamente notturna, dalle recenti ricerche è riportato che il momento più inflazionato da questo tipo di attività è la pausa pranzo. L’ora preferita sarebbe proprio tra le 12,30 e le 14,30 per sei italiani infedeli su dieci.

Il motivo? È difficile essere scoperti in quel lasso di tempo; è lecito non rispondere a chiamate ed sms durante il pranzo, dunque si hanno delle scuse più che plausibili. Inoltre non bisogna sottovalutare che si torna a casa dopo diverse ore, perché bisogna prima rientrare in ufficio, e questo permette di rimettersi in sesto, cancellando con più calma tutte le tracce. Si ritrova la giusta concentrazione e distacco.

Di qui si potrebbe anche avvallare la tesi secondo la quale le persone in carriera tradiscono di più. Più tempo giustificato fuori casa, più persone con cui essere a contatto, più pause pranzo e quindi più occasioni irrinunciabili.

E’ notizia degli scorsi giorni quella di un impiegato romano che ha visto piombare nel ristorante nei pressi dell’azienda in cui lavora, sua moglie, durante la pausa pranzo. La donna, dopo aver salutato cordialmente il marito, si è chiaramente accomodata con lui. L’uomo non ha avuto il tempo di avvisare l’abituale compagna di pranzo (e dopo pranzo) ed al suo arrivo si è consumato l’indicibile.

In realtà la visita a sorpresa non era affatto casuale. La donna, aveva installato sul cellulare del marito un software spia Endoacustica Europe. Attraverso questo strumento, aveva ascoltato in ambientale cosa combinava suo marito: cosa veniva detto durante e dopo la pausa pranzo. Inoltre monitorava da diverse settimane il traffico telefonico del marito: chiamate ed sms lasciavano poco all’immaginazione.

Sono questi i casi in cui la tecnologia offre prove schiaccianti e mette con le spalle al muro i traditori.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.