Quando l’alunno si trasforma in stalker

Quando l’alunno si trasforma in stalker

Una professoressa giovane, bella e simpatica sicuramente farà breccia nel cuore di molti alunni. Oltre ad incrementare la volontà di studio e di attenzione alle lezioni, correrà il rischio di far innamorare qualche giovanotto. E’ questo quello che è accaduto ad una aitante professoressa di Martano.

Un allievo ha perso la testa per lei e le ha riservato attenzioni non proprio del tutto innocue. Infatti ben presto il 28enne si è trasformato in un vero e proprio stalker ai danni della professoressa di inglese quasi coetanea. A furia di frequentare le lezioni private è cresciuta l’ammirazione per la dolce docente trasformandosi in una ossessione. Per manifestarle interesse, dunque, il giovane ha donato diversi regali per le feste, doni sempre accettati. Da qui si è passati all’invito ad uscire, ma il rifiuto della prof perché fidanzata non è stato gradito. Sono scattate azioni di convincimento alquanto morbose: appostamenti, pedinamenti, ovunque lei andasse trovava l’alunno. Arrivando addirittura a frequentare il maneggio dove era solita recarsi la donna. A questi episodi si sono aggiunte le minacce rivolte a lei e a suo fratello.

A questo punto la professoressa ha sporto denuncia e ha raccontato l’accaduto ai carabinieri. Stalking e ingiurie sono le accuse contestate dal pubblico ministero Stefania Mininni a conclusione delle indagini preliminari.
Dall’inizio della storia al momento della denuncia sono trascorsi ben 10 mesi. Generalmente si tende ad aspettare nella speranza che la situazione migliori, ma spesso ciò non avviene. Per difendersi da queste eccessive attenzioni che in molti casi diventano realmente pericolose, molte donne tengono in borsa uno spray irritante.
X spray, ad esempio, consente di bloccare momentaneamente la visuale dell’aggressione grazie alla sua consistenza schiumosa di colore blu. Ovviamente Endoacustica, l’azienda creatrice dello spray, ha pensato anche all’eventualità in cui l’aggressore si dia alla fuga. In questo caso, una volta rimossa la schiuma dal viso, il colore blu rimarrà sulla pelle per circa tre giorni e questo faciliterà l’identificazione del soggetto. X spray è un facile accorgimento che potrebbe rivelarsi importantissimo.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.