Il tradimento è scritto nel DNA

Il tradimento è scritto nel DNA

Traditori si nasce. Questo è quanto hanno scoperto gli scienziati della State University di New York, guidati dal professor Justin Garcia: tradire potrebbe essere un’indole scritta dalla nascita nel nostro DNA. La colpa sarebbe di una variante del gene DRD4, già legato all’abuso di alcol, al gioco d’azzardo e ad un comportamento più “liberale”, che influenzerebbe il comportamento sessuale delle persone e spiegherebbe perché per alcuni è “geneticamente impossibile” restare fedeli.

Gli studiosi hanno condotto una ricerca sul Dna e sulla storia sessuale di 181 giovani, scoprendo che quelli che possedevano una determinata variante del gene avevano il doppio di probabilità di concedersi una scappatella rispetto agli altri.
Alla base del tradimento, un sistema di piacere che vede come “ricompensa” il rilascio di una certa quantità di dopamina. E’ chiaro che nel caso di una relazione nascosta, aumentano i rischi, il pathos e la ricompensa diviene più generosa.

Questa ricerca potrebbe rallegrare i traditori incalliti e mettere in allerta anche chi credeva di poter dormire su sette cuscini. Sicuramente, con la diffusione di questi dati, incrementeranno l’utilizzo di cellulari spia e microspie per tener d’occhio in maniera discreta i propri partner e soprattutto cercare di limitare i danni di relazioni extraconiugali. Infatti gli scienziati americani hanno evidenziato come sia possibile essere gratificati e voler mantenere una relazione sentimentale stabile ma, al tempo stesso, non essere in grado di rimanere fedeli sentendo una forte necessità di tradire.

A conferma di questo studio è giunto quello condotto dal Department of Medical Epidemiology and Biostatistics del Karolinska Institutet di Stoccolma che ha appurato la presenza del gene AVPR1A, legato alla produzione della vasopressina, nei cosiddetti “latin lover”. Una sorta di difetto genetico che non renderebbe mai “sazi”alcuni individui. I ricercatori hanno esaminato 552 coppie di gemelli ricostruendo le loro mappe genetiche. E’ emerso che gli uomini che presentavano la variante del gene AVPR1A avevano maggiore difficoltà ad instaurare rapporti duraturi e riscontravano maggiori problemi nella vita di coppia.
Ovviamente non c’è una certezza che tutti coloro che posseggono questi geni hanno tradito o tradiranno, ma gli studi hanno dimostrato che la componente genetica ha un peso rilevante su alcuni individui. Meglio correre ai ripari, no?

One thought on “Il tradimento è scritto nel DNA

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.