Tradimento: i 10 Paesi del mondo in cui si tradisce di più

Tradimento: i 10 Paesi del mondo in cui si tradisce di più

L’adulterio, si sa, non fa alcuna distinzione di sesso o nazionalità. Tuttavia proveremo in questo articolo a stilare una classifica delle nazioni più fedifraghe al mondo, agganciandoci ai dati emersi da un recente sondaggio della Durex, il noto marchio di profilattici. Siete pronti? Bene, cominciamo.

10° posto, Finlandia. Percentuale di tradimento: 36%
Contrariamente a quanto si sarebbe potuto pensare, la Finlandia è la meno interessata dal fenomeno del tradimento all’interno della classifica delle nazioni più inclini all’adulterio. Non a caso ne occupa soltanto l’ultima posizione. Il motivo è semplice: a detta degli stessi intervistati, i finlandesi non tradiscono, tutt’al più conducono “relazioni parallele”. Pare, infatti, che questo atteggiamento di apertura nei confronti delle dinamiche affettive sia largamente condiviso dalla stragrande maggioranza della popolazione.

9° posto, Regno Unito. Percentuale di tradimento: 36%
Sarà tutta colpa di un retaggio puritano ancora presente nel tessuto sociale dopo secoli di Storia? Chi lo sa. Sta di fatto che i Paesi britannici si collocano solo al nono posto di questa classifica con un 36% di traditori, alla pari dei finlandesi. Ciò nonostante circa la metà degli intervistati ha ammesso di aver tradito il proprio partner, pur facendone tempestiva ammenda.

8° posto, Spagna. Percentuale di tradimento: 39%
Se a questo punto qualcuno si alzasse in piedi per esclamare: “Ma allora siamo proprio messi male!“, non lo fermeremmo di certo. Difatti, se persino i passionali spagnoli si collocano soltanto all’ottavo posto in classifica non resta proprio che concordare con il vecchio detto che recita: l’abito non fa il monaco. Non dimentichiamo, però, che la Spagna continua ad avere un alto tasso di divorzi, pur essendo una delle nazioni più cattoliche d’Europa.

7° posto, Belgio. Percentuale di tradimento: 40%
Il Belgio è conosciuto soprattutto per la birra, il fumetto e la Comunità Europea. Ma chi di voi era a conoscenza del fatto che gli utenti belgi iscritti a Gleeden, uno dei siti di incontri più famosi al mondo, si aggira attorno ai 150mila utenti? Già, un numero decisamente cospicuo! Per di più la propensione ai rapporti illeciti di buona parte degli intervistati (circa il 10%) spiega pienamente questo settimo posto in classifica.

6° posto, Norvegia. Percentuale di tradimento: 41%
Ancora un’altra nazione del nord. Questa volta però siamo più vicini all’immaginario collettivo che associa al territorio scandinavo un certo grado di libertinaggio e licenziosità di costumi. Ovviamente le ragioni che spingono i norvegesi a tradire possono essere molteplici, anche se la causa più accreditata di tale tendenza può essere tranquillamente attribuita al clima rigido e alle interminabili notti invernali.

5° posto, Francia. Percentuale di tradimento: 43%
Una leggera sorpresa per questa quinta posizione, dato che qualcuno avrebbe tranquillamente scommesso su un terzo, o addirittura un secondo posto in classifica. In fin dei conti, se è vero che i tempi della Belle Époque, delle ballerine di can-can e dei bordelli parigini sembrano essere lontani, la Francia continua ad avere un forte ascendente sul resto della popolazione mondiale che considera Parigi e il resto della nazione in generale la patria dell’amore e della passione.

4° posto, Germania. Percentuale di tradimento: 45%
Non c’è che dire, arrivare a realizzare che i tedeschi siano più passionali dei francesi è proprio un bel pugno nell’occhio! Comunque sia la tacita ammissione di colpa da parte del 40% di traditori maschi intervistati e del 43% di traditrici, sembra non lasciare alcun dubbio: in tema di tradimento, Germania batte Francia. E nemmeno ai supplementari!

3° posto, Italia. Percentuale di tradimento: 45%
Eccoci finalmente giunti ai primi posti in classifica, con il Belpaese che sembra sventolare con vanto il vessillo dell’infedeltà quasi fosse una questione d’onore. Scherzi a parte, gli italiani non smentiscono affatto la propria fama di seduttori incalliti, anzi, vantano un terzo posto in classifica di tutto rispetto accanto ai tedeschi. D’altronde, se per molti il crescente dilagare di divorzi in Italia non sembra essere un problema, temiamo ci siano ben pochi altri grattacapi che possano impensierire gli italiani!

2° posto, Danimarca. Percentuale di tradimento: 46%
La presenza massiccia di sexy-shop e la frequentazione di siti di incontri on line spingono la Danimarca, e Copenhagen in particolare, a occupare i primi posti nella classifica dei Paesi più fedifraghi. Come se non bastasse, negli ultimi anni la compagine di donne che tradiscono il proprio partner sembra essere in continua ascesa.

1° posto, Thailandia. Percentuale di tradimento: 56%
E per finire, rullo di tamburi! Il podio delle nazioni in cui si tradisce di più non poteva che appartenere a questa perla dell’est asiatico, la Thailandia, un Paese in cui il turismo sessuale non sembra conoscere tregua. Verrebbe quasi da chiedersi quanto abbia influito nel tempo il tasso di povertà della popolazione e la disuguaglianza sociale, ma sebbene la risposta possa apparire ovvia esula dal contesto della nostra ricerca.

Bene. A questo punto siamo consapevoli che quanto detto poc’anzi potrà pure farvi sorridere. Tuttavia ricordate che il tradimento si accompagna in ogni caso a enormi disagi che possono essere mitigati o addirittura evitati giocando d’anticipo. Il che potrebbe anche voler dire abbandonarsi alle meraviglie tecnologiche e risolutive di un cellulare spia, da utilizzare in maniera consapevole e con rispetto dei termini di utilizzo.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.