Urla contro l’amante del marito: condannata dalla Cassazione

Urla contro l’amante del marito: condannata dalla Cassazione

Il momento in cui si scopre un tradimento è sicuramente catastrofico. Scenate isteriche, urla furiose, notti in bianco. Non è raro ricorrere ad offese pubbliche ed ingiuriose. Queste potrebbero anche portare guai seri, come è successo pochi mesi fa ad una signora di 43 anni, colpevole di essersi sfogata in pieno centro cittadino, a pochi metri dal Tribunale, dicendo all’amante del marito di professione avvocato: “Sei un cesso, ma ti sei vista? Io sono la moglie di Flavio e questo cesso è l’amante…”. A tal proposito la Cassazione si è espressa in maniera chiara: chi rivolgerà insulti alla nuova compagna del partner o al nuovo compagno dovrà pagare una multa. Dunque la signora si è ritrovata a pagare ben 800 euro di multa. Le parole offendono l’aspetto fisico ed esteriore e sono idonee a ledere la sfera personale e privata di una donna, la cui immagine è stata offuscata anche nell’ambito del proprio ambiente professionale.

È vero che nel privato ognuno è libero di fare ciò che crede, ma non vale la stessa cosa per l’ambito pubblico. In ogni caso il  tradimento si può anche perdonare, ma prima c’è un percorso da fare, non sempre semplice.

Il problema non risiede nell’amante, ma nel proprio rapporto di coppia. Dopo un tradimento è fondamentale recuperare la fiducia nel partner. Come fare? Sarebbe scontato dire che ci vuole del tempo, ma spesso questo non è abbastanza. In numerosi casi dopo un tradimento, le “vittime” non stanno più semplicemente ad aspettare il trascorrere del tempo, ma preferiscono salvaguardare se stessi e la propria dignità. Per questo installano sul cellulare del traditore un software spia che permette di monitorare i suoi spostamenti, il suo traffico telefonico ed anche di ascoltare cosa accade nell’ambiente che lo circonda. In questo modo possono verificare se realmente si è trattato di un atteggiamento episodico o se si tratta davvero della fine di un rapporto.

Lo stesso tipo di software che si installa in pochissimi istanti sul cellulare che si vuole tenere sotto controllo è usato anche per scoprire un tradimento o per monitorare il comportamento dei propri figli. Insomma non se ne può più fare a meno!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.