Home » infedeltà coniugale » Recent Articles:

Tradimento coniugale: mogli e mariti fate attenzione a queste date!

date-tradimento-marito-moglie

Esistono specifici giorni dell’anno in cui è più facile essere traditi? Stando ai risultati di una ricerca avviata da due siti di incontri on line, sembrerebbe proprio di sì. Vediamo nello specifico di cosa si tratta.

Dal sondaggio di Gleeden, che si autodefinisce “il primo sito di incontri extraconiugali pensato dalle donne”, è emerso che i primissimi giorni dell’anno sono in genere quelli più gettonati per le scappatelle extraconiugali, con un curioso picco rilevabile il giorno 9 del mese di gennaio. Stando a quanto riferito dal 52% degli intervistati, le feste natalizie sarebbero state così tediose e soffocanti da averli invogliati a cercare consolazione altrove. Il 26% degli utenti avrebbe invece fatto tesoro dell’antico detto “anno nuovo vita nuova” per instaurare nuove relazioni al di fuori del proprio menage coniugale.

Per quanto riguarda invece i dati relativi ai 300 e passa utenti di Illicitcounters presi in esame, è saltato fuori che il 72% degli uomini avrebbe tradito la propria compagna in un’altra data ben precisa: il 18 novembre 2016, entrata in seguito a pieno titolo negli annali dell’infedeltà come l‘Unfaithful Friday, ovvero il venerdì del tradimento. Per il portavoce di Illicitcounters, Christian Grant, tradire proprio in questo periodo dell’anno nasconderebbe un desiderio impellente di libertà prima dei pressanti impegni festivi.

Da tutto ciò si deduce che le festività natalizie giocano un ruolo cruciale nell’intera faccenda, tanto da configurarsi come una fuga temporanea da una crisi di coppia sostanzialmente monotonia e insoddisfacente. Già, ma come svincolarsi dalla morsa letale del dubbio di un possibile tradimento? Be’ potreste iniziare col di fare questo test per l’infedeltà, giusto per dirne una. In seguito starà a voi decidere se e come correre ai ripari per evitare il peggio.

Il posto ideale per tradire? Per gli italiani è l’automobile

tradimento-auto

Da una recente indagine condotta dal Centro Studi e Documentazione della nota compagnia di assicurazioni  Direct Line, che ha preso in esame un campione di mille individui di età compresa tra i 18 e i 64 anni, è saltato fuori che l’auto è il posto preferito per tradire il  proprio coniuge. Non solo. Stando a quanto affermato da ben il 91% degli intervistati, l’automobile sarebbe anche un posto sicuro per una scappatella coniugale senza correre il rischio di essere scoperti.

Diversi i motivi alla base del tradimento: il 36% degli intervistati ha ammesso di aver tradito per puro caso, il 20% perché avvampato dalla passione del momento, il 29% perché non provvisto di abbastanza denaro, il 10% in quanto convinto che fosse  il posto ideale per sfuggire al controllo del proprio partner, e in ultimo un misero 5% consapevole di trovarsi al cospetto di un posto romantico per eccellenza.

Che dire poi delle location preferite dai fedifraghi itineranti? Assolutamente lontane da occhi indiscreti! Luoghi appartatissimi dunque (56%), aperta campagna (31%), ambienti dal paesaggio mozzafiato (12%) e perfino claustrofobici box per auto (1%). Alcuni risultati rasentano addirittura il grottesco, come nel caso del 3% degli intervistati che, oltre a essere stati colti in flagrante, hanno  dovuto subire la furia dei traditi, riversatasi direttamente sulla carrozzeria delle loro automobili in sosta. Insomma, l’affetto degli italiani per le auto non ha limiti, e le statistiche in questione lo confermerebbero. Anche se forse per qualcuno degli intervistati sarebbe stato più saggio preferire posti più intimi e meno rischiosi.

Fin qui i numeri di chi ha scelto di tradire. Ma che dire dei traditi? Beh, la loro voce forse non apparirà in alcun tipo di statitica, anche se immaginiamo il loro disagio per l’aver subito un torto di tale portata, Chissà se l’adozione di sistemi di sorveglianza audio video, come le microspie video GSM occultabili in auto o le cimici audio digitali per l’ascolto ambientale, alimentabili direttamente dalla batteria dell’automobile, avrebbero potuto evitare il peggio. Già, chissà.

E tu, quanto sei a “rischio alce”?

Si chiama Alcitour  la curiosa iniziativa lanciata dalla startup italiana di booking viaggi Wanderio, che da un po’ di giorni sta impazzando sul web. Si tratta di un test a risposta multipla rivolto a coppie che per vari motivi vivono una relazione a distanza, allo scopo di fugare dubbi di fedeltà reciproca. Dal punteggio ottenuto nel test è possibile sapere quanto si è a “rischio alce”, ovvero a “rischio infedeltà”. L’iniziativa sarebbe nata in seno al programma per studenti Erasmus, proprio per facilitare i collegamenti geografici col proprio partner situato in un Paese straniero. Non a caso, ultimando il test, si ottiene uno sconto spendibile su wanderio.com.

Manovra commerciale a parte, sembrerebbe comunque una simpatica iniziativa. Non fosse altro per il nomignolo attribuitole, che richiama a chiare lettere la figura di un animale famoso per le sue propaggini craniche, e al messaggio volto a sensibilizzare sul rischio tradimento causato proprio dalla lontananza fisica. In effetti la questione è assai spinosa per molte coppie che vivono la separazione come un’assenza, non solo fisica, ma soprattutto di slancio affettivo.

Ecco dunque nascere da più parti l’esigenza di rompere gli indugi e optare per un controllo a distanza del proprio partner, prima che il tradimento venga effettivamente consumato. Cellulari spia e telecamere wireless sono i dispositivi di sorveglianza più utilizzati per tenere d’occhio il proprio coniuge. E pensare che a detta di tanti la lontananza sarebbe utile a rafforzare l’interesse e la passione. Non ce ne vogliano quest’ultimi, per carità, ma forse a tal proposito varrebbe la pena buttare giù un paio di citazioni prese a caso:

Non fidarsi mai né di un marito troppo lontano, né di uno scapolo troppo vicino.
(Helen Rowland, scrittrice statunitense)

L’assenza dell’essere amato lascia dietro di sé un lento veleno che si chiama oblio.
(Claude Aveline, scrittore e poeta francese)

Tradimento 2.0 – Parte I: La nuova infedeltà

Computers portatili, telefoni celulati, Facebook, siti di incontri, pornografia via Internet, sesso virtuale, sistemi di spionaggio e sorveglianza, gadgets tecnologici: tutto questo è una parte della cosiddetta “nuova infedeltà”, che per comodità chiameremo Tradimento 2.0.

Cosa è il Tradimento 2.0?
Quali sono le influenze della tecnologia moderna sulle nuove forme di infedeltà? In cosa la “nuova infedeltà” differisce dalle forme “tradizionali”? Che effetto può avere sulla vostra relazione?

Occupandoci di tecnologia per la sorveglianza ed avendo spesso a che fare con casi di tradimento, abbiamo potuto notare direttamente come il panorama sia cambiato e le nuove tecnologie siano largamente usate per trovare nuove opportunità di tradire, o per scoprire un partner infedele.

Oggi infatti, iniziare una storia segreta è molto più facile che in passato. Soltanto vent’anni fa, chi volesse fare un po’ il “farfallone” doveva uscire, frequentare bar, locali o altri punti d’incontro, e la sua assenza da casa sarebbe stata già di per sé sospetta, mettendo sul chi vive il partner prima ancora che la ricerca potesse andare a buon fine.

Oggi, tutto questo si può fare comodamente seduti al proprio computer, praticamente senza rischio, dal salotto di casa o dall’ufficio, senza che il proprio coniuge o partner possa avere sospetti. La nascita di siti internet specificamente dedicati alla ricerca di partners occasionali, poi, permette di fare ricerche rapide secondo i propri gusti, con pochi click sul proprio mouse, trovando compagnia per una notte o per vere e proprie storie parallele, il tutto in totale privacy.

La gestione della tresca dipende dal contatto con l’amante, grazie alla rapidità d’uso di un cellulare o computer portatile, che permette di mandare un email o un SMS in pochi secondi, magari stando a pochi metri dal coniuge ignaro. La tecnologia moderna è insomma una sorta di “richiamo” per chi abbia tendenze all’infedeltà.

Tramite lo stesso mezzo, ad esempio Facebook, gli uomini possono mostrare le loro conquiste agli amici, le donne possono iniziare una corrispondenza con qualcuno che le soddisfi dal punto di vista emotivo.
Una semplice amicizia online può presto trasformarsi in qualcosa di più, o di diverso.

In ogni caso, se da un lato è più facile trovare un partner clandestino, è altrettanto facile essere sorpresi. SMS, email e messaggi in segreteria sono l’equivalente tecnologico dell’essere colti sul fatto, come abbiamo visto in casi famosi come quello di Tiger Woods.
La scoperta di una traccia scritta tra l’infedele e l’amante è la prova incontrovertibile dell’esistenza di una relazione, e un traditore troverà molte difficoltà a tentare di negare l’evidenza.

Non soltanto i mariti infedeli, ma anche gli investigatori, nei casi di infedeltà coniugale, fanno largo uso di strumenti tecnologici quali computers portatili, cellulari spia, equipaggiamenti GPS, così come di sofisticate attrezzature di sorveglianza audio e video, ricerche su Internet ed altro ancora, per raccogliere le prove di un tradimento possibile o esistente.

Anche gli avvocati divorzisti ne fanno largo uso. Ad esempio, secondo una ricerca dondotta negli USA, l’81% degli avvocati usa Facebook o altri siti di social networking per raccogliere quante più prove possibili, da poter usare poi durante la discussione di una causa di divorzio ed ottenere più benefici possibili per il proprio cliente.

Infatti, spesso chi tradisce commette l’errore di postare una propria foto ad una festa, o in un luogo dove non avrebbe dovuto essere, o la sua foto viene postata da un amico ignaro, fornendo involontariamente una prova da poter essere usata a suo carico.
Le amanti invece possono postare fotografie dei regali ricevuti, magari menzionando il nome del “benefattore” ed assegnandogli un “tag”, rendendolo pertanto rintracciabile a chi sappia cosa cercare. In un caso del genere, risulterebbe difficile, per un marito traditore, dichiarare che non ha i soldi per poter mandare gli alimenti alla propria ex-moglie o ai figli…

Le conseguenze del Tradimento 2.0
Una cosa che il tradimento 2.0 e quello cosiddetto “tradizionale” hanno in comune, e che non è cambiata con l’evolversi delle tecnologie usate per tradire, è sicuramente il costo che le conseguenze possono avere su tutte le persone coinvolte.
L’infedeltà colpisce l’intera famiglia. Nessuno riesce a sfuggire alle conseguenze psicologiche, fisiche ed anche finanziarie del tradimento.

Effetti psicologici
Il trauma emotivo causato dalla scoperta dell’infedeltà può avere ripercussioni sul livello di produttività o sulla concentrazione in ufficio, e in casi estremi può addirittura portare al licenziamento della persona tradita, incapace di concentrarsi sui suoi compiti quotidiani.

L’infedeltà può anche avere sonseguenze psicologiche che condizionano il rapporto tra genitori e figli, in quanto è difficile riuscire a mantenere il ruolo di guida per i propri figli, quando si stanno affrontando le conseguenze di un tradimento.

Gli effetti psicologici, poi, possono presentarsi anche nei figli di una coppia alle prese con le conseguenze dell’infedeltà.
A seconda dell’età del bambino o ragazzo, questi effetti possono presentarsi sotto forma di depressione, ansia, problemi nel rendimento scolastico, uso di droghe o di alcolici, disturbi alimentari, comportamenti antisociali o autodistruttivi, aggressività ed altro ancora, tutti problemi che uno o entrambi i genitori dovranno affrontare per evitare ulteriori peggioramenti.

Effetti fisici
Il tradimento può avere conseguenze a livello fisico, come ad esempio l’insonnia, la perdita dell’appetito, mal di testa, depressione, attacchi d’anzia, stress, aumento della pressione arteriosa, deficit immunitario, tutti effetti che possono creare problemi alla salute.
Inoltre, se chi tradisce lo fa praticando sesso non protetto, la vittima potrebbe addiritura essere a rischio di contagio per malattie a trasmissione sessuale o addirittura AIDS, oppure l’amante potrebbe avere una gravidanza non voluta.

Effetti finanziari
Se l’infedeltà porta al divorzio o alla separazione, le conseguenze finanziarie possono riflettersi sullo stile di vita di ognuno dei due, ed avere conseguenze anche sulla salute e sulla qualità degli studi dei figli.

Computers portatili, telefoni celulati, Facebook, siti di incontri, pornografia via Internet, sesso virtuale, sistemi di spionaggio e sorveglianza, gadgets tecnologici: tutto questo è una parte della cosiddetta “nuova infedeltà”, che per comodità chiameremo Tradimento 2.0.

Cosa è il Tradimento 2.0?
Quali sono le influenze della tecnologia moderna sulle nuove forme di infedeltà? In cosa la “nuova infedeltà” differisce dalle forme “tradizionali”? Che effetto può avere sulla vostra relazione?

Occupandoci di tecnologia per la sorveglianza ed avendo spesso a che fare con casi di tradimento, abbiamo potuto notare direttamente come il panorama sia cambiato e le nuove tecnologie siano largamente usate per trovare nuove opportunità di tradire, o per scoprire un partner infedele.

Oggi infatti, iniziare una storia segreta è molto più facile che in passato. Soltanto vent’anni fa, chi volesse fare un po’ il “farfallone” doveva uscire, frequentare bar, locali o altri punti d’incontro, e la sua assenza da casa sarebbe stata già di per sé sospetta, mettendo sul chi vive il partner prima ancora che la ricerca potesse andare a buon fine.

Oggi, tutto questo si può fare comodamente seduti al proprio computer, praticamente senza rischio, dal salotto di casa o dall’ufficio, senza che il proprio coniuge o partner possa avere sospetti. La nascita di siti internet specificamente dedicati alla ricerca di partners occasionali, poi, permette di fare ricerche rapide secondo i propri gusti, con pochi click sul proprio mouse, trovando compagnia per una notte o per vere e proprie storie parallele, il tutto in totale privacy.

La gestione della tresca dipende dal contatto con l’amante, grazie alla rapidità d’uso di un cellulare o computer portatile, che permette di mandare un email o un SMS in pochi secondi, magari stando a pochi metri dal coniuge ignaro. La tecnologia moderna è insomma una sorta di “richiamo” per chi abbia tendenze all’infedeltà.

Tramite lo stesso mezzo, ad esempio Facebook, gli uomini possono mostrare le loro conquiste agli amici, le donne possono iniziare una corrispondenza con qualcuno che le soddisfi dal punto di vista emotivo.
Una semplice amicizia online può presto trasformarsi in qualcosa di più, o di diverso.

In ogni caso, se da un lato è più facile trovare un partner clandestino, è altrettanto facile essere sorpresi. SMS, email e messaggi in segreteria sono l’equivalente tecnologico dell’essere colti sul fatto, come abbiamo visto in casi famosi come quello di Tiger Woods.
La scoperta di una traccia scritta tra l’infedele e l’amante è la prova incontrovertibile dell’esistenza di una relazione, e un traditore troverà molte difficoltà a tentare di negare l’evidenza.

Non soltanto i mariti infedeli, ma anche gli investigatori, nei casi di infedeltà coniugale, fanno largo uso di strumenti tecnologici quali computers portatili, cellulari spia, equipaggiamenti GPS, così come di sofisticate attrezzature di sorveglianza audio e video, ricerche su Internet ed altro ancora, per raccogliere le prove di un tradimento possibile o esistente.

Anche gli avvocati divorzisti ne fanno largo uso. Ad esempio, secondo una ricerca dondotta negli USA, l’81% degli avvocati usa Facebook o altri siti di social networking per raccogliere quante più prove possibili, da poter usare poi durante la discussione di una causa di divorzio ed ottenere più benefici possibili per il proprio cliente.

Infatti, spesso chi tradisce commette l’errore di postare una propria foto ad una festa, o in un luogo dove non avrebbe dovuto essere, o la sua foto viene postata da un amico ignaro, fornendo involontariamente una prova da poter essere usata a suo carico.
Le amanti invece possono postare fotografie dei regali ricevuti, magari menzionando il nome del “benefattore” ed assegnandogli un “tag”, rendendolo pertanto rintracciabile a chi sappia cosa cercare. In un caso del genere, risulterebbe difficile, per un marito traditore, dichiarare che non ha i soldi per poter mandare gli alimenti alla propria ex-moglie o ai figli…

Le conseguenze del Tradimento 2.0
Una cosa che il tradimento 2.0 e quello cosiddetto “tradizionale” hanno in comune, e che non è cambiata con l’evolversi delle tecnologie usate per tradire, è sicuramente il costo che le conseguenze possono avere su tutte le persone coinvolte.
L’infedeltà colpisce l’intera famiglia. Nessuno riesce a sfuggire alle conseguenze psicologiche, fisiche ed anche finanziarie del tradimento.

Effetti psicologici
Il trauma emotivo causato dalla scoperta dell’infedeltà può avere ripercussioni sul livello di produttività o sulla concentrazione in ufficio, e in casi estremi può addirittura portare al licenziamento della persona tradita, incapace di concentrarsi sui suoi compiti quotidiani.

L’infedeltà può anche avere sonseguenze psicologiche che condizionano il rapporto tra genitori e figli, in quanto è difficile riuscire a mantenere il ruolo di guida per i propri figli, quando si stanno affrontando le conseguenze di un tradimento.

Gli effetti psicologici, poi, possono presentarsi anche nei figli di una coppia alle prese con le conseguenze dell’infedeltà.
A seconda dell’età del bambino o ragazzo, questi effetti possono presentarsi sotto forma di depressione, ansia, problemi nel rendimento scolastico, uso di droghe o di alcolici, disturbi alimentari, comportamenti antisociali o autodistruttivi, aggressività ed altro ancora, tutti problemi che uno o entrambi i genitori dovranno affrontare per evitare ulteriori peggioramenti.

Effetti fisici
Il tradimento può avere conseguenze a livello fisico, come ad esempio l’insonnia, la perdita dell’appetito, mal di testa, depressione, attacchi d’anzia, stress, aumento della pressione arteriosa, deficit immunitario, tutti effetti che possono creare problemi alla salute.
Inoltre, se chi tradisce lo fa praticando sesso non protetto, la vittima potrebbe addiritura essere a rischio di contagio per malattie a trasmissione sessuale o addirittura AIDS, oppure l’amante potrebbe avere una gravidanza non voluta.

Effetti finanziari
Se l’infedeltà porta al divorzio o alla separazione, le conseguenze finanziarie possono riflettersi sullo stile di vita di ognuno dei due, ed avere conseguenze anche sulla salute e sulla qualità degli studi dei figli.

L’effetto dell’infedeltà su tutta la famiglia

Il tradimento ha conseguenze per tutte le persone coinvolte. Se un padre tradisce la moglie, anche i figli ne pagano le conseguenze, come si può vedere nella storia di seguito, nella quale il tradimento di un padre ha distrutto una famiglia, con gravi conseguenze anche per il loro figlio. I nomi, ovviamente, sono di fantasia.

Luisa, una madre di famiglia romana, cominciò ad avere dei dubbi quando Roberto, il loro figlio di 8 anni, corse da lei urlando dicendole che il marito stava guardando foto di donne nude su Internet. Ovviamente, per quando lei entrò nella stanza del computer, il marito stava guardando tutt’altro.

Tuttavia, quando Martino uscì per andare a lavorare nel suo turno di notte, Luisa diede un’occhiata al computer e, con suo grande stupore, scoprì che il marito aveva visitato svariati siti pornografici, agenzie di escort online ed anche siti di incontri, e che sul suo computer c’erano intere cartelle piene di fotografie erotiche ed anche pornografiche.

Inoltre, esaminando il contenuto dei messaggi in chat e via email, era chiaro che con alcune delle donne con cui Martino aveva avuto dei contatti online, c’erano anche stati degli incontri dal vivo, durante la giornata, mentre Luisa era al lavoro.

A questo punto Luisa decise di rivolgersi alla Endoacustica, azienda specializzata nello spionaggio ed in prodotti di video sorveglianza, ed acquistò un cellulare spia. Dopo averlo regalato al marito, Luisa riuscì a scoprire numeri di telefono, dettagli di luoghi e date di incontri, conversazioni a sfondo sessuale che comprendevano anche una descrizione di atti sessuali compiuti insieme. Luisa ne fu comprensibilmente sconvolta.

Mentre era seduta di fronte al computer, cominciò a rendersi conto che questo poteva essere il vero motivo per lo strano comportamento di suo marito negli ultimi mesi. Secondo Luisa, infatti, Martino appariva distaccato, e si comportava con lei in maniera diversa, facendo cose che non facevano parte del suo carattere.
Improvvisamente, era molto critico con lei o verso le cose che lei faceva. Era irritabile e lunatico, e cominciava a rifiutare di fare cose, o di andare in qualche luogo, che di solito amava fare o visitare.

Luisa tenne traccia di una serie di strani numeri apparsi nel telefono cellulare, e rivolgendosi alla Endoacustica, chiese i tabulati telefonici e riuscìcosì a risalire ai nomi e agli indirizzi di tre numeri di telefono che Martino aveva chiamato frequentemente. A quel punto prese a guidare spesso nelle zone corrispondenti a quegli indirizzi, senza sapere realmente cosa stesse cercando.

Un giorno però, mentre passava di fronte a uno degli indirizzi in questione, vide l’auto di suo marito parcheggiata lì di fronte, e decise di passare all’azione. Ecco come lei stessa descrive la situazione:

“Parcheggiai la mia macchina dietro la sua, e lo chiamai sul cellulare, a cui rispose una donna. Le dissi chi ero, e le dissi di chiedere a mio marito di uscire fuori, visto che mi trovavo proprio di fronte. Martino uscì con una espressione di sorpresa mista a colpa, e provò a darmi qualche incomprensibile scusa riguardo alla sua presenza in quel luogo”.

“Non so cosa avrebbe detto alla donna che ora era sulla porta dietro di lui, a proposito della mia presenza, e non mi interessava aspettare per saperlo. Guidai verso casa in lacrime, avevo già visto e sentito abbastanza”.

Nei mesi successivi, Luisa iniziò a soffrire di mal di testa frequenti, insonnia, incubi, perdita di appetito e stress post-traumatico. Il suo mondo si era completamente capovolto in un attimo.

Un giorno, nel tentativo di analizzare le cause dell’infedeltà di suo marito, un’infedeltà che lei era convinta che continuasse ancora, provò a fare alcune domande a Martino. Per tutta risposta, suo marito ebbe uno scoppio di violenza, afferrandola con forza e strappandole la camicia. Si fermò giusto un attimo prima di colpirla, e Luisa si rese conto che lui si stava trattenendo, forse perché, visto che era istruttore e tripla cintura nera di arti marziali, sapeva quali sarebbero state le conseguenze.
O forse, si fermò perché in quel momento arrivò il figlio Roberto, che piangendo implorò il padre di non fare del male alla mamma. Martino la lasciò andare, uscì di casa salendo sulla sua auto e se ne andò.

Luisa e Roberto erano terrorizzati, Martino non si era mai comportato così prima. Preoccupata per l’incolumità’ propria e del figlio, e non sapendo cosa potesse aspettarsi da Martino a quel punto, non aveva altra scelta se non quella di rivolgersi alla polizia. Disse di essere devastata, e completamente impreparata a questo genere di eventi: “La cosa mi colpì duramente, perché avevo sempre cercato di essere la miglior moglie possibile e pensavo che il nostro fosse un matrimonio felice, ma la parte peggiore fu l’effetto che la cosa ebbe su nostro figlio”.

Infatti Roberto, ora adolescente, anche a distanza di anni ancora soffre degli effetti causati dal tradimento di suo padre nei confronti di sua madre. La madre, che lo ha posto in cura presso un analista, dice che ha spesso attacchi di rabbia, si sente abbandonato, non si fida dei genitori verso i quali cova risentimenti, e molto altro ancora.

Il fattore Internet

L’infedeltà’ di Martino è stata, almeno in parte, causata dalle nuove tecnologie e dalla facilità di accesso alla pornografia via Internet. Dai siti pornografici alle agenzie di escort, fino ai siti in cui si possono trovare dei partner per incontri sessuali casuali, il passo è stato breve.

Quello che per Martino era un nuovo hobby, ha portato alla dissoluzione della sua famiglia e del suo matrimonio. Analizzando gli eventi in retrospettiva, infatti, Luisa dice che quello che Martino ha potuto vedere su Internet ha probabilmente stimolato la sua curiosità, fino al punto di vedere se là fuori ci fosse qualcosa di più interessante, o semplicemente di più eccitante, di quello che potesse trovare tra le mura di casa. Il lavoro notturno, con molto tempo libero a disposizione durante l’assenza di sua moglie, ha fatto il resto.

Fine della storia

Poco tempo dopo la separazione da Luisa, Martino fu licenziato dal lavoro, e cominciò a bere e a fare uso di droghe. La sua amante, con cui nel frattempo era andato a vivere, e alla quale aveva comprato una Mercedes nuova fiammante, gli prosciugò il conto in banca e poi lo cacciò via di casa.

Povero, alcolizzato e drogato, Martino non era in grado di trovare lavoro. Roberto aggiornava costantemente la madre, sia pure con riluttanza, sulla situazione e sullo stato del padre, finché le visite di quest’ultimo si interruppero bruscamente, l’assegno di mantenimento per il figlio smise di arrivare e Luisa fu costretta a trasferire il figlio da una scuola privata, che non poteva più permettersi, ad una pubblica.

I risultati di Roberto a scuola cominciarono a peggiorare, così come lo stato d’animo del ragazzi, che comunicava sempre di meno col mondo esterno ed era sempre arrabbiato.

Una sera, infine, la polizia venne a casa di Luisa, alla ricerca di Martino che non si era presentato ad un’udienza in tribunale, per un processo per possesso di droga. Quando finalmente lo rintracciarono, il poliziotto chiese a Martino come fosse possibile che un uomo con la posizione sociale che lui aveva in precedenza potesse fare una fine del genere.

Tutto quello che Martino riuscì a dire fu “la colpa è della mia infedeltà, tradire mia moglie è stato il più grande errore della mia vita”.

Infedeltà: 8 indizi del tentativo di coprire le tracce di un tradimento

Alcuni mariti infedeli possono essere eccessivamente prudenti, e l’azione stessa di nascondere tracce o indizi potrebbe essereil motivo che li fa scoprire.

Per una moglie tradita, la cosa importante è sapere cosa cercare, e dove.

Qui di seguito troviamo una piccola lista con 8 segnalii di infedeltà che possono far scoprire un marito fedifrago che cerchi di coprire le sue tracce.

Cancellare l’archivio storico del cellulare
Se ogni tanto date un’occhiata al cellulare di vostro marito, e scoprite che ha improvvisamente iniziato a cancellare tutti i suoi SMS, i messaggi in segreteria e la lista delle chiamate in entrata ed in uscita, questo potrebbe essere un segno che ha qualcosa da nascondere. Nessuno si prende la briga di cancellare tutte le attività del proprio telefono cellulare in maniera sistematica e costante, a meno che non voglia fare in modo che occhi indiscreti non vedano determinate cose. Se potete, controllate la bolletta del telefono cellulare per scoprire di più.

Cancellare l’archivio storico del computer
Proprio come potrebbe cancellare i dati dal proprio cellulare, un marito infedele potrebbe fare altrettanto sul suo computer, cancellando le tracce di tutti i siti web visitati recentemente,per coprire le tracce della sua attività su Internet, e non far vedere dove è stato. Quali siti incriminati ha visitato? Siti di incontri per adulti? Siti pornografici? Ha un indirizzo email segreto? Scoprirlo è la vostra missione.

Nascondere estratti conto, fatture della carta di credito e bollette del cellulare
Se è passato un certo tempo dall’ultima volta che avete visto un estratto conto della carta di credito o della banca, o una bolletta del telefono cellulare di vostro marito, siete consapevoli del fatto che un marito infedele potrebbe nascondere questi documenti per coprire eventuali segni di tradimento. Questi elementi potrebbero far parte di una traccia incriminante ben definita che, nelle intenzioni di vostro marito, voi non dovreste assolutamente vedere.

L’estratto conto di una carta di credito può rivelare fiori, gioielli o altri regali acquistati per qualcuno che non site voi, o cene in ristoranti di lusso con un’amante. Le bollette del telefono cellulare possono mostrare la lista delle chiamate in entrata e in uscita. L’estratto conto della banca potrebbe riportare prelevamenti di denaro sospetti tramite bancomat. Un marito infedele, in genere, tenta di coprire le sue tracce, tenendo queste cose a distanza dalla vostra vista, se contengono le prove della sua infedeltà.

Farsi la doccia appena rientrato a casa
Se quando rientra, lui punta dritto verso il bagno per farsi una doccia, potrebbe avere fretta di lavare via l’odore del sesso con la sua amante, o quello del suo profumo. Se non aveva tale abitudine in precedenza, questo potrebbe essere un indizio rivelatore.

Tornare a casa fresco di doccia
Se quando arriva a casa ha addosso l’odore di chi è appena uscito dalla doccia, potrebbe esserci qualcosa che non va. Potrebbe essere segno di un evidente tentativo di lavar via un odore che non voglia farvi annusare. Può avere fatto la doccia a casa della sua amante o presso l’hotel dove si sono incontrati. L’indizio potrebbe essere se ha i capelli ancora leggermente umido, o se profumano di uno shampoo diverso da quello usato in casa.

Cambiare la biancheria del letto
Siate molto sospettose se tornate a casa e scoprite che vostro marito ha cambiato le lenzuola del letto, soprattutto se non lo ha mai fatto prima. Questo è un comportamento tipico di un marito traditore, che ha portato la sua amante a casa vostra e nel vostro letto. Per impedirvi di trovare macchie, fluidi corporei, o capelli sparsi sulle lenzuola, un marito infedele cambia la biancheria da letto nel tentativo di coprire le sue tracce.

Mettere asciugamani puliti in bagno
Strettamente legato all’indizio di cui sopra, è anche l’azione di cambiare gli asciugamani in bagno se non lo ha mai fatto prima. Si tratta di una comune copertura per chi ha appena portato la sua amante a casa, mentre la moglie o fidanzata è assente, e uno dei due (o entrambi) ha fatto una doccia dopo avere consumato il peccato. Non potendo certo lasciare gli asciugamani appena usati ad asciugare lì in attesa delle vostre domande, li nasconde nel fondo della cesta e mette gli asciugamani freschi.

Fare il bucato
Se lui improvvisamente inizia a fare il bucato, quando non lo ha mai fatto prima, e senza che nessuno glielo chieda, potrebbe non essere un improvviso bisogno di rendersi più utile in casa. Un altro indizio collegato potrebbe essere il fatto che lui inizia a portare i propri abiti in tintoria, specialmentese fino ad allora lo avete sempre fatto voi. Questo potrebbe essere un segno che sui suoi vestiti ci siano macchie o odori che lui non vuole che voi possiate notare.

Questi sono 8 i segni tipici di un tradimento da parte di un marito o di un convivente che sta cercando di nascondere le prove di una relazione, o di coprire le sue tracce. Non fatevi ingannare dai suoi trucchi. Rendetevi conto che se vi sta tradendo, ci potranno essere molti altri segni rivelatori. Molti di essi saranno più sottile e facili da trascurare da parte sua. Come al solito, l’importante è sapere cosa cercare.

14 tipi di donne a rischio infedeltà

Alcune donne sono più a rischio di altre, quando si parla della possibilità di tradire i propri mariti o fidanzati.
Qui di seguito abbiamo elencato 14 tipi di donne che potrebbero essere a rischio di avere una relazione extraconiugale, senza la pretesa di dire che non possano essercene altre…

Se siete sposati con una donna di questo tipo, o una di esse è la vostra fidanzata, il pericolo di tradimento potrebbe essere dietro l’angolo. Tenete presente che ogni donna potrebbe far parte di una o più di queste categorie.

L’annoiata
Una donna che si annoia facilmente potrebbe tradire il proprio compagno, solo per il gusto di aggiungere un po’ di “pepe” alla propria vita o per alleviare la sua noia.

La cercatrice di emozioni
Questo è il tipo di donna che tradisce per il gusto dell’eccitazione data dal fare qualcosa di proibito. Per lei, l’infedeltà è l’equivalente di uno sport estremo.

Quella che ha già tradito
Una donna che ha già tradito il proprio partner riuscendo a non farsi scoprire non si farà problemi a tradirlo di nuovo, o a tradire il suo nuovo marito o fidanzato, perché è talmente sicura di sé da pensare che riuscirà ancora a non farsi sorprendere.

La cacciatrice di attenzioni
Una donna che richiede una costante attenzione da parte del partner, potrebbe tradirlo se ritiene che le cure che lui gli dedica non siano abbastanza. Questo tipo di donna è una facile preda per qualsiasi uomo che le dia il livello di attenzione che lei ritiene di meritare.

La materialista
Una donna molto materialista ha un’alta probabilità di intrecciare una relazione con un uomo con una solida posizione finanziaria, per via dei beni materiali che lui può permettersi di fornirle. Si lascia facilmente sedurre con regali in denaro, gioielli, abiti firmati, vacanze di lusso ed articoli di questo genere.

La ninfomane
Una donna con un appetito sessuale notevolmente superiore a quello del suo partner, o il cui marito o fidanzato non sia in grado di soddisfarla tra le lenzuola, ha una probabilità molto alta di finire per tradirlo.

L’esperta a letto
Una donna che abbia avuto una vita sessuale passata molto attiva, o che abbia avuto molti partner a letto prima di sposarsi, potrebbe incontrare delle difficoltà nel restare fedele ad un uomo solo.

L’egoista
Una donna molto egoista potrebbe finire molto facilmente a letto con un uomo che soddisfi il suo ego ed il suo bisogno di sentirsi il centro del mondo.

Il centro delle attenzioni
Una donna che ami essere messa al centro delle attenzioni delle persone che la circondano potrebbe facilmente tradire il suo partner con qualcuno che spasimi per lei e la metta al centro della sua vita.

La donna con poca autostima
Una donna che abbia poca stima di sé stessa può rivelarsi una facile preda per un uomo che la corteggi, la faccia sentire bella ed importante o comunque aumenti la sua autostima.

La “Party Girl”
Se si circonda di amici ed amiche e spesso va in giro per locali fino a tarda notte, il suo stesso stile di vita la rende molto vulnerabile alla possibilità di un tradimento.

L’alcolizzata o la drogata
Una donna che faccia eccessivo uso di bevande alcoliche potrebbe cedere alla tentazione di una scappatella, specialmente se il bere riduce le sue inibizioni e la sua capacità di autocontrollo. Una donna che faccia uso di droghe, potrebbe vendere il suo corpo per una dose. Entrambi questi tipi di donne potrebbero tradire senza pienamente rendersi conto di quello che stanno facendo.

Quella che ha molti amici (uomini)
Le amicizie con persone del sesso opposto sono spesso il punto di inizio di una relazione clandestina. Più una donna frequenta un uomo con cui ha una conoscenza solo platonica, maggiore è il rischio che questa relazione si trasformi in altro, a meno che il suo amico non sia omosessuale.

Quella con amiche che tradiscono
Mai sottovalutare l’influenza delle amicizie. Se la maggior parte delle sue amiche ha una relazione clandestina o tradisce il partner occasionalmente, anche lei potrebbe finire ben presto per provare a fare altrettanto.

Come scoprire se vi sta tradendo
Qualsiasi uomo che sia sposato o abbia una relazione stabile con una donna che faccia parte di una o più di queste 14 categorie, dovrebbe imparare come fare per riconoscere I primi segnali di una possibile infedeltà. Se non è in grado di rendersi conto che la propria moglie o fidanzata lo sta tradendo, potrebbe trovarsi ben presto a fronteggiare il dolore e l’umiliazione di un tradimento.

La scusa della palestra: quanti uomini la usano per coprire una relazione

“Andare in palestra” è una delle due scuse più comuni usate da mariti e fidanzati infedeli, per coprire il tempo che trascorrono con un’altra donna, quando hanno una relazione extraconiugale; fa parte di una lista di 5 scuse comuni che gli uomini infedeli usano per vedere le loro amanti.

Ci sono diversi scenari che coinvolgono la frequentazione, vera o presunta, di una palestra o di un centro benessere; tali scenari permettono all’infedele di trascorrere almeno 2 o 3 ore con la donna con cui hano una storia segreta.

Il giornale scandalistico americano New York Post ha recentemente riportato la storia secondo la quale il famosissimo cantante Bruce Springsteen è stato coinvolto in una relazione durata 4 anni con una donna, che ha avuto origine ed è stata facilitata dalla comune frequentazione di una costosa palestra di alto profilo. Tale relazione ha causato alla donna un doloroso (e costoso) divorzio.

Qui di seguito trovate alcune situazioni in cui un marito o un fidanzato infedele può usare la palestra come copertura per i suoi incontri segreti, o come una tentazione di infedeltà. Esistono però diversi modi per verificare che il suo racconto corrisponda a realtà, e per controllare che stia effettivamente dicendo la verità quando vi dice “cara, stasera vado in palestra”.

Come un marito infedele può usare la palestra

• Dice che sta andando in palestra, ma si reca a casa della sua amante o in un albergo nei dintorni.

• Può farsi venire a prendere dalla sua amante dopo un breve allenamento in palestra.

• Può guidare fino alla palestra, lasciare la macchina nel parcheggio, e la sua amante lo passa a prendere con la sua sua auto.

• Lui e la sua amante potrebbero avere un breve incontro in macchina, proprio nel parcheggio della palestra.

• Lui e la sua amante potrebbero allenarsi insieme prima di andare a casa di lei, magari uscendo separatamente per non dare nell’occhio

E questi sono solo alcuni dei modi in cui uno scenario del genere potrebbe svolgersi in palestra o in un centro benessere.

Storia di Laura

Laura ha scoperto quasi per caso che suo marito Federico usava la palestra solo come una scusa. Tre sere a settimana, Federico usciva da casa con la sua borsa per tornare a casa circa 3 ore dopo fresco di doccia.

Un fine settimana, mentre metteva a posto i panni da lavare, Laura aprì la borsa della palestra di Federico. Al posto delle magliette e pantaloncini sudati e maleodoranti che si aspettava di trovare, residuo di una setttimana in palestra, trovò degli indumenti puliti, ben piegati e ovviamente mai indossati o utilizzati.

Storia di Francesca

La cugina di Francesca le disse che pensava di avere visto suo marito Giuliano entrare in un motel con un’altra donna qualche giorno prima. L’orario coincideva con quello in cui Giuliano diceva di essere stato a fare allenamento in palestra.

La volta successiva che Giuliano disse di andare in palestra, Francesca aspettò una ventina di minuti, poi montò sulla sua auto per andare in palestra, per vedere coi suoi occhi se lui fosse lì. Certo, l’auto di suo marito faceva bella mostra di sé nel parcheggio. Francesca stava per andare via, ma qualcosa le disse di andare dentro per vedere se Giuliano fosse effettivamente lì. Una volta entrata, non c’era traccia di suo marito. Dopo vari tentativi per raggiungerlo sul cellulare, Francesca decise di aspettarlo seduta nella sua macchina, decisa a vedere quando si sarebbe presentato. Quasi 2 ore dopo, lo vide scendere da un’auto nel parcheggio.

Come controllare la scusa della palestra

A volte “andare in palestra” può invece non essere una scusa. Se non volete rischiare di accusare falsamente il vostro marito o fidanzato di tradirvi, se è innocente ed effettivamente sta andando in palestra per allenarsi, avete a disposizione diversi modi per verificare se lui sta dicendo la verità.

• Pagare un ingresso singolo nella sua palestra e presentarsi un giorno senza preavviso. • Visitare la sua palestra in un orario in cui lui dice di essere lì. Dite alla persona alla reception che state valutando varie palestre e chiedete di dare un’occhiata in giro. Se non lo vedete da nessuna parte durante la vostra visita, potete trarne le relative conclusioni. • Aspettatelo fuori della palestra per vedere con chi esce. • Chiedere a un amico di entrare e controllare se c’è, e se dovesse essere in compagnia. • Controllate il suo fisico. Dopo un po’ di tempo, deve vedersi un cambiamento. Se lui va regolarmente “in palestra” e non ci sono cambiamenti visibili, c’è qualcosa che non va. • Quando torna a casa, chiedetegli come è andato l’allenamento. Chiedetegli in dettaglio quante ripetizioni fa e con che pesi, o quali attrezzature usa. Chiedetegli se si allena da solo o con un istruttore, o qualsiasi altra domanda plausibile che vi venga in mente. Come reagisce alle vostre domande? Se si mette sulla difensiva, potrebbe essere un segno che abbia qualcosa da nascondere. Vi sta mentendo? Tergiversa? È a corto di parole? • Iscrivetevi alla stessa palestra insieme a lui, e potrete verificare di persona se sta succedendo qualcosa.

Perché verificare la sua storia ogni tanto

Anche se la sua storia “sta in piedi”, ed il vostro marito o fidanzato sta effettivamente andando in palestra senza intenzioni maliziose, è sempre una buona idea controllare ogni tanto che tutto sia a posto.

Potrebbe essere indicato fare periodicamente una o più delle verifiche nella lista di cui sopra, giusto per restare sul sicuro. Questo perché, come spiegato prima, molte relazioni clandestine sono iniziate in palestra con qualcuno incontrato lì.

Come detto, Bruce Springsteen avrebbe incontrato e fatto amicizia con Kelly Anne, una casalinga benestante, in un raffinato centro benessere nel New Jersey. La loro conoscenza si sarebbe evoluta fino a uscire spesso a pranzo insieme, trasformandosi in una relazione di 4 anni che ha portato la donna al divorzio.

Mantenete il controllo della situazione, specialmente se il vostro marito o fidanzato è un habitué della palestra. In caso contrario, questo potrebbe succedere anche a voi.

Calendario

novembre: 2017
L M M G V S D
« Ago    
 12345
6789101112
13141516171819
20212223242526
27282930  

Questo blog non rappresenta una testata giornalistica in quanto viene aggiornato senza alcuna periodicità. Non può pertanto considerarsi un prodotto editoriale ai sensi della legge n. 62 del 07.03.2001

Login

ADS

 CELLULARI SPIA O SPYPHONE
spyphone Uno spy phone, o cellulare spia, è un normale cellulare su cui viene installato un software spia capace di intercettare qualsiasi azione intrapresa sul cellulare stesso (chiamate, SMS, foto ecc.). Il software spia per spyphone è funzionante sulla maggior parte degli smartphone con sistema operativo Android, iOS e Blackberry.

 MICROREGISTRATORI
Nuovissimi microregistratori digitali con durata di registrazione fino a 1200 ore. Utilissimi per raccogliere prove o scoprire tradimenti di ogni tipo. I modelli ad attivazione vocale VAS permettono inoltre una maggiore autonomia di consumi. Affidabilità, efficacia e prezzo conveniente.
 MICROFONI DA MURO
Microfoni da muro per ascoltare attraverso pareti fino a 70 cm. Microfono ultrasensibile professionale, ad elevatissima sensibilità, dotato di microfono ceramico ad alta sensibilità, per rivelare anche i più piccoli rumori. Suono limpido e stabile. Prese per registratore, ed auricolare.
 CAMUFFATORI DI VOCE
Cambiavoce telefonico se interposto fra la cornetta e il telefono, cambierà letteralmente la vostra voce in un’altra. Trasforma qualsiasi voce in maschile o femminile, adulto o bambino. Il camuffatore di voce può essere adattato a telefoni cellulari, cordless, altoparlanti e microfoni, sistemi di registrazione, o collegato a centraline telefoniche. La voce riprodotta non è robotizzata ma umana.
 LOCALIZZATORE RF
localizzatore rf

Localizzatore di oggetti, studiato appositamente per coloro che hanno l’esigenza di tenere sotto controllo i loro animali domestici, ad un costo assai limitato, ma non solo puo' anche essere utilizzato per ritrovare oggetti preziosi, localizzare bici da corsa rubate e automobili parcheggiate.

 ALLARME ANTI-ANNEGAMENTO E ANTISMARRIMENTO
localizzatore rf

Allarme anti-annegamento e antismarrimento è un sistema di protezione che combina un allarme anti-annegamento ed uno anti-smarrimento, ed è particolarmente efficace come sistema elettronico di sicurezza per proteggere i vostri bambini o animali domestici.

ARTICOLI IN RILIEVO

Cyberstalking e sistemi tecnologici di prevenzione

15 Set 2016

cyber-stalking

Che la tecnologia abbia apportato alle nostre vite notevoli vantaggi è fuori discussione. Spesso però tendiamo a minimizzare i pericoli derivanti dall’utilizzo incauto degli strumenti tecnologici messi a nostra disposizione. Uno dei casi più emblematici in tal senso è quello che concerne lo stalking online, o cyberstalking, ovvero la molestia perpetrata a danno di individui che utilizzano la rete per comunicare tra loro. Anche qui la forma persecutoria assume le …

Stalking citofonico. Un modo tutto nuovo di importunare

10 Set 2015

stalking-woman

È successo qualche giorno fa a Centocelle, alle porte di Roma. Un tizio insiste pigiando più volte sui tasti del citofono, gridando a squarciagola di volere del denaro. Quando si rende conto che la sua richiesta rimarrà ancora una volta inascoltata, strappa via con forza il citofono dal muro aiutandosi con un taglierino. La proprietaria del condominio preso di mira da mesi dallo stalker lo riconosce immediatamente e lo denuncia …

Stalking all’interno dell’azienda, scattano le manette

22 Lug 2014

Per nove volte ha vuotato una bottiglia d’acqua sulla stampante della collega mandandola in tilt. La donna ha poi riferito anche di aver trovato delle croci segnate sulle fotografie dei figli. Per una serie di “dispetti” il cui movente è ancora poco chiaro, un uomo di 65 anni della provincia di Brindisi, dipendente della Provincia, è stato raggiunto da un’ordinanza cautelare con cui si dispone il divieto di avvicinamento alla …

Sei vittima dello stalking? Ecco cosa fare

16 Dic 2013

Il reato di stalking si configura quando qualcuno (spesso, un ex partner) compie una serie di atti (che possono essere minacce o molestie, ma anche atti apparentemente innocui, come l’invio continuo di indesiderati sms, fiori, o biglietti) tanto da compiere violenza psicologica nei confronti della vittima ingenerandole un comprensibile stato di ansia e paura oppure costringendola a cambiare abitudini personali (sostituire utenza telefonica, cambiare residenza, ecc.) o ancora ingenerandole un fondato timore per la propria …

Il team che rapisce le ragazzine adescandole su Facebook

31 Ott 2013

Una macchina organizzativa ben strutturata ha portato al rapimento di una tredicenne bresciana, portata fino a Lugano da un adulto conosciuto via Facebook e affetto da turbe sessuali. All’inquietante piano hanno preso parte più persone, un gruppo organizzatosi per agganciare giovanissime prede attraverso i social network. L’episodio ha avuto inizio a settembre quando la ragazzina, che frequenta la scuola media a Isorella, a sud di Brescia, ha allacciato un’amicizia attraverso …

358 telefonate e 500 sms in un mese: l’amante diventa stalker

16 Set 2013

Dodici anni da amanti, tra incontri segreti e bugie. Poi la fiamma dell’amore si è spenta, almeno per lei, che ha deciso di troncare la relazione. Un duro colpo per lui, che non si è rassegnato dinanzi alla decisione. Ma riconquistarla si è rivelato impossibile. Così è scattata la presa di posizione: «O con me o con nessuno». La delusione si è già trasformata in ossessione: in un mese 539 …

Allarme stalking all’interno dei condomini

30 Mag 2013

Liti condominiali per volumi troppo alti, pulizie, sacchetti di immondizia nel pianerottolo o gestione degli spazi comuni sono all’ordine del giorno in quasi tutti i condomini. Pare che negli ultimi tempi siamo numerosi i casi in cui la tensione tra vicini sfocia in veri e propri episodi di stalking. L’allarme è stato lanciato dall’associazione degli amministratori di immobili, che ovviamente consiglia alle vittime di rivolgersi in primo luogo all’amministratore di …

Due persone in pochi giorni sfigurate con l’acido dagli ex

3 Mag 2013

Le storie d’amore finite male possono divenire davvero pericolose e spesso sono fonte di atti di stalking e persecuzioni che sfociano in vere e proprie violenze. Ne sono esempio due tragedie avvenute di recente. La prima riguarda un’avvocatessa di 35 anni, Lucia Annibali, aggredita nei pressi della sua casa, a Pesaro, da un uomo con il volto coperto che le ha gettato sul viso dell’acido. La donna ha aperto il portone …