Sospetto di un tradimento? Scopri la verità con il test del Dna

Sospetto di un tradimento? Scopri la verità con il test del Dna

La gelosia è da sempre un nemico dei rapporti di coppia, ma molto spesso è foriera di dubbi che si rivelano fondati. Sospettare di un tradimento impedisce di vivere serenamente la vita di coppia e peggio ancora immobilizza la vittima che si logora interiormente incapace di darsi una risposta. Il traditore, si sa, negherà fino alla morte.

Se fino a pochi anni fa poteva sembrare surreale, oggi il test del Dna è tra i metodi più utilizzati, assieme ai potentissimi software spia, per scoprire scientificamente se il tradimento si è consumato o meno. Una prova schiacciante che non lascia più margini di incertezza e che mette il traditore con le spalle al muro.

Agire è molto semplice: capelli con la radice, mozziconi di sigarette, spazzolini da denti, fazzoletti usati, vestiti, indumenti intimi…possono essere la chiave di volta per scovare un tradimento. Una volta raccolto il campione basterà inviarlo ad un’azienda specializzata per l’analisi e l’elaborazione del Dna. Se viene rivelata la presenza di materiale genetico, è possibile comparare di chi si tratti. Una volta appurato che il Dna appartiene ad un’altra persona, la prova del tradimento è palese, come neanche gli specialisti di Csi potrebbero fare.

Per escludere che il Dna appartenga a voi stessi, è consigliabile inviare il vostro tampone orale come campione di riferimento, che vi aiuterà a confermare o ad escludere che siate voi uno dei due individui coinvolti. Inoltre, dopo il primo test, si potrebbe andare a fondo inviando un campione del proprio compagno o della persona con la quale si sospetta possa esser stato consumato il tradimento. È meglio non perdere tempo e trovare risposta ai vostri dubbi con un test di infedeltà. E’ la prova scientifica più sicura che c’è.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.